San Rocco

3.50 

di Graziano Pesenti

Seconda Ristampa. Rocco nasce verso il 1345 a Montpellier in Francia: è figlio unico, di famiglia benestante. Dopo la perdita dei genitori distribuisce ai poveri i beni ereditati e, nella primavera del 1367, parte per un pellegrinaggio a Roma. Arriva alla cittadina di Aquapendente, che trova in preda ad un’epidemia di peste. Si ferma perciò a prestare il suo aiuto. Compiuto il suo dovere di carità, Rocco vorrebbe riprendere il cammino verso Roma, ma sente voci che riferiscono di una peste in Romagna, così volge i suoi passi verso Cesena dove il morbo infuria e si offre a prestare soccorso nel lazzaretto. Dopo alcuni mesi la condizione sanitaria torna alla normalità, così Rocco riprende il pellegrinaggio a Roma, dove giunge verso la fine del 1367. Nella Città Eterna si fa notare per il suo altruismo e la sua generosità; è anche ricevuto da Urbano V che lo benedice. Nella primavera del 1371, Rocco lascia Roma per tornare in patria, ma ancora una volta interrompe il suo viaggio per portare assistenza agli appestati di Piacenza. Qui anche lui contrae il terribile morbo e si isola in una capanna in un bosco fuori città. Miracolosamente guarito, Rocco si dirige verso Voghera, ma viene arrestato con l’accusa di essere una spia papale e incarcerato. Rocco morirà in cella il 16 agosto dell’anno (probabile) 1377, dopo aver illuminato mezza Italia con la sua azione straordinaria di carità.

Pagine

48, illustrate

Formato (cm)

12×20,5

Copertina

brossura

ISBN

9788871357690

Autore

Graziano Pesenti

Numero collana

285

Recensioni

There are no reviews yet.

Sii il primo a scrivere una recensione “San Rocco”