Risultati della Ricerca per: ospitalità religiosa

guida alle strutture in Italia

Ospitalità Religiosa

Guida alle strutture in Italia

1.500 strutture e 100.000 posti letto in tutte le province d’Italia. Sono i numeri di questa Guida dedicata alle strutture religiose aperte all’ospitalità e a quelle laiche specializzate nei gruppi religiosi. Un panorama a 360 gradi completo di recapiti, servizi, indicazioni e dati utili per scegliere la soluzione più adatta ad ogni necessità. Non solo ritiri spirituali, campi scuola o pellegrinaggi, ma anche turismo, terme e viaggi di lavoro, per chi cerca un’ospitalità improntata all’amore per l’accoglienza e all’attenzione per la persona, non per il cliente. E con la consapevolezza che anche un semplice soggiorno può alimentare le opere di carità e le missioni a sostegno degli ultimi in Italia e nel mondo.

Guarda l’anteprima!

 

 

Madre della carità

19/02/2013

biografia madre teresa di calcutta

Madre della carità

Una rara biografia di Madre Teresa illustrata da immagini del periodo giovanile precedente alla sua vita religiosa e alla sua missione in terre lontane. Un diario che raccoglie le testimonianze sulla vita e sull’opera di questa piccola grande donna. Il testo complessivo è diviso in tre parti seguendo i tre periodi principali in cui può essere divisa la vita di Madre Teresa. La prima parte comprende gli anni che vanno dalla sua nascita (1910) al 1928, anno della partenza come suora missionaria. Sono gli anni trascorsi con la famiglia a Skopje sua città natale. È qui che il nostro autore cerca le radici profonde della vocazione di Ganxhe Bojaxhiu, la futura Madre Teresa di Calcutta. Nella convinzione che la famiglia e l’ambiente socioculturali siano determinanti per la formazione della personalità dell’essere umano, Lush Gjergji ricostruisce la storia della famiglia Bojaxhiu, dei suoi valori di religiosità, generosità e carità cristiana. Valori fondanti per la cultura albanese che vede nell’ospitalità e nell’accoglienza, ispirati da profondo senso religioso, il caposaldo della tradizione. Una tradizione che ha trovato terreno fertile nella giovane Ganxhe Bojaxhiu, come lei stessa molti anni dopo, già Madre Teresa di Calcutta, racconterà nei numerosi colloqui avuti con l’autore. La seconda parte comprende gli anni della sua attività come Suora di Loreto (1929-1948). Sono gli anni meno conosciuti della vita di Madre Teresa: il suo arrivo in India, il suo noviziato di suora missionaria, il suo primo lavoro di infermiera in un piccolo centro missionario vicino a Calcutta dove poté toccare con mano il dolore, la povertà e l’abbandono. E poi la laurea e l’attività di insegnante tra i reietti di Calcutta fino ai voti perpetui pronunciati nel 1937: la giovane Ganxhe Bojaxhiu diveniva suor Teresa dell’Ordine di Loreto. Inizia così la sua attività di direttrice della St. Mary-High School. Sono gli anni in cui matura la nuova chiamata, o come diceva lei, la chiamata dentro la chiamata: abbandonare il convento per servire i poveri. La terza parte è dedicata ai cinquanta anni della sua attività come Missionaria della Carità. Il capitolo inizia con una descrizione delle condizioni dell’India all’indomani della liberazione dal dominio inglese (1947): abbandono, povertà e malattia angustiano la vita della maggioranza della popolazione locale. Sarà questo il contesto dell’opera di Madre Teresa.